Lo scopo del progetto

Creare aggregazione di persone per rendere viva e vivibile una zona civica, promuovendo la formazione di gruppi di interesse di cittadini che hanno a cuore il bene comune del quartiere e della città. Cultura e partecipazione per coinvolgere gruppi diversi, cittadini e ospiti: una collaborazione per far conoscere le persone e superare le diffidenze dovute spesso solo all’ignoranza, sfruttando le necessità reciproche.

Una soluzione scalabile

Il progetto prevede l’installazione di uno (o più) totem interattivi che comunicano con altri sistemi, ad esempio potrebbero essere presi dati da agenzie di collocamento o da gruppi di acquisti, e allo stesso modo possono venire forniti feed o notifiche verso l’esterno. Il totem è il centro nevralgico del progetto, con lo scopo di creare una partecipazione fisica al contempo coordinata da applicativi informatici. L’idea è quella di realizzare nel tempo totem che comunicano tra loro, disposti in vari quartieri della città e in seguito in varie regioni d’ Italia.

Il primo HUB non si scorda mai… forse!

Tra sei mesi partirà la sperimentazione reale delle funzionalità di sistema. Da quel momento in poi si potranno proporre nuovi centri HUB come Grisù per ospitare altri totem e creare nuovi punti di ritrovo sociale del circuito HUBLANTERN. Accoglieremo proposte, gemellaggi e richieste di attivazione di centri HUB in Italia e all’estero.